Enbil incontra i consulenti del lavoro sulla "Riforma Fornero" ← Torna alla News



Il 18 settembre Enbil ha organizzato un interessante convegno sulla Riforma del Mercato del Lavoro (legge 92/2012) meglio conosciuta come “Riforma Fornero”

La giornata, svolta in collaborazione con il consiglio provinciale dell’ordine dei consulenti del lavoro e con l’Ancl, sindacato unitario consulenti del lavoro, ha avuto quale titolo “La riforma del mercato del lavoro e le piccole medie imprese” e ha visto la partecipazione di circa 500 persone tra consulenti del lavoro,  sindacalisti piccoli imprenditori e lavoratori.

I relatori, di primissimo livell,o si sono soffermati sugli istituti che più potevano interessare i lavoratori e le aziende che Enbil rappresenta ovvero i contratti a termine, l’apprendistato e le forme autonome di rapporto di lavoro.

In particolare la prof. Antonella Occhino, Avvocato e professore dell’Università Cattolica di Milano si è soffermata sulle tematiche del lavoro a termine, dell’apprendistato e del lavoro intermittente illustrando le modifiche anche importanti introdotte dalla normativa e le ricadute sul mondo del lavoro.

Il prof. Michele Faioli, professore ordinario di diritto del lavoro dell’ Università Tor Vergata di Roma ha intrattenuto la platea con una interessante dissertazione sulle modifiche relative al lavoro autonomo con particolare riferimento alle nuove caratteristiche del contratto a progetto e commentando le nuove modifiche all’istituto delle partite iva. Mentre il funzionario della Regione, dr. Foti, ha illustrato come le modifiche dell’istituto dell’apprendistato possano incidere sulle applicazioni regionali della normativa.

A seguire un interessante dibattito sulle dinamiche che hanno visto l’approvazione della discussa legge 92/2012 a cui hanno partecipato per Confesercenti Nazionale la dott.ssa Elvira Massimiano, per la Filcams CGIL il segretario regionale Vito Schiavone, per la Fisascat CISL, Mirco Ceotto e per la UILTuCS UIL il segretario nazionale Gabriele Fiorino.

Da sottolineare che il riuscito convegno, sia per la profondità e lo spessore degli interventi che per il numero di partecipanti, è stato organizzato subito dopo l’approvazione della normativa: ancora una volta il nostro ente bilaterale ha dimostrato di saper cogliere le esigenze del mondo del lavoro che rappresenta con tempestività, professionalità e spirito di servizio.